10 marzo 2008

quintano-quade 1-0 - una sconfitta che brucia

Per una corretta ed onesta disamina della sconfitta col Quintano, ancor prima di appellarsi ad appigli, corsi e ricorsi vari, mi sembra corretto chiarire una cosa: non abbiamo giocato bene. A mio avviso infatti in attacco ci sono stati pochi spunti positivi, in fase di impostazione non abbiamo avuto né la solita lucidità né la convinzione nei contrasti, e sulle fasce non si è quasi mai riusciti a saltare l’uomo.
Ciò nonostante emerge un’altra verità: contro il Quintano si poteva tranquillamente vincere anche giocando male. O almeno pareggiare.
Se così non è stato - e solo ora possiamo tirarli in ballo - è stato per colpa dei vari fattori esterni. Per non dilungarmi troppo, li cito brevemente. Un campo terribile, stretto ed in pessime condizioni; un avversario rissoso e rognoso oltre ogni limite ragionevole; la sfortuna, come in occasione dei due pali colpiti; infine un arbitraggio davvero scandaloso, di cui non voglio aggiungere nulla. Insomma, davvero troppo.
Sono queste le mie personalissime considerazioni a freddo, che spiegano una sconfitta che brucia, e che complica (pur senza lontanamente compromettere) la nostra corsa al terzo posto.
Mi consola il fatto che in ogni modo siamo stati bravissimi a disputare 11 partite senza sconfitte, e quindi prima o poi un “tonfo” doveva pur accadere; inoltre il calcio è così, a volte basta tirare una volta in porta per vincere (vedi contro il Passarera), altre invece si capisce sin dall’inizio che non c’è nulla da fare.
L’importante è ora rifarsi in fretta, e come successo dopo il pareggio di Bagnolo, domenica si va a Bottaiano per vincere!
Forza Quade!

7 commenti:

Ale4 ha detto...

Premetto che volevo fare lo sciopero della stampa, ma il Ghiso ha voluto che scrivessi qualcosa per capire cosa ne pensava la squadra, quindi se volete aggiungere qualcosa commentate pure...

fonto 6969 ha detto...

in qualita di capitano avrei un paio di cose da dire:
1-spero che questa sconfitta ci abbia fatto capire che non siamo dei fenomeni e che se non giochiamo con grinta e voglia possiamo perdere contro chiunque.

2-parliamo troppo in campo,va bè che c'era la scusante dell'arbitro ma domenica abbiamo esagerato...

Quindi facciamo un bel bagno di umiltà e ripartiamo che domenica voglio i 3 punti.

Anonimo ha detto...

cosa ne penso?
provo un sano odio per il quintano.

s.

Anonimo ha detto...

ah, e l'arbitro è un mangiabanane e spero legga il blog.

Anonimo ha detto...

e bravi sia il cronista che il pagelliere. In poche righe hanno riassunto il motivo del nostro passo falso!Su quanto scritto sono d'accordo anche se insisterei sul campo particolarmente piccolo dove noi non siamo abituati a giocare e un nervosismo particolare.Aggiungerei anche che dare troppa importanza alla classifica,non ci fa giocare tranquilli.Quindi viviamo alla giornata perche'comunque vada e'un campionato straordinario!!!! Mi aspetto comunque una grande prova domenica perche' siamo un grande gruppo.Lo slogan sara':
RIALZATI QUADE!
il mister

Anonimo ha detto...

dai ragazzi una sconfitta non può rovinare una stagione così bella..... domenica alla RISCOSSA!!!!!!!!!!

PS x s.
anche io provo un sano ( sanissimo ) odio............ ma non per il quintano!!!!
wan

Doma ha detto...

Ciao ragassi. Vero, una sconfitta non rovina di certo una stupenda stagione.

Ora, a parte il discorso degli avversari ( forse invece di venire a giocare per fare caciara, far male e provocare, la domenica mattina sarebbe meglio andare al bar a bersi un bianchino ) e a parte il discorso dell'arbitro ( sono il primo ad ammirare gente che si alza la mattina per venire a prendersi solo insulti, ma c'è modo e modo, questo potrebbe trovarsi un altro hobby, tipo le navi in bottiglia ), devo dire che anche noi ci abbiamo messo del nostro, o meglio non ce l'abbiamo messo..

L'unica grinta che avevamo l'abbiamo usata per protestare ( e cmq c'è un limite a tutto, e questo era stato superato di un po' ).

Non abbiamo creato quasi nulla... e si era già visto che probabilmente non eravamo concentrati nel riscaldamento, non abbiamo fatto un passaggio giusto, in 5 minuti di torello 4 li abbiamo passati ad andare a recuperare il pallone...

Quindi dovremmo farci un esamino di coscienza, e tornare un po' più umili.

Ciao ciao